Menu
Libri distopici / Recensioni di carta

Recensione the program di Suzanne Young

the program recensione libro
Home » Recensione the program di Suzanne Young

Alcune informazioni

  • Prezzo: 6,99 € e-book | 20,00 € copertina rigida | 10,36 € copertina flessibile
  • Lunghezza: 400 pagine
  • Data di pubblicazione: 2013 da De Agostini
  • Genere: distopico

Lista libri

  1. The program
  2. The treatment
  3. The recovery
  4. The adjustment
  5. The complication

Cover-libro-the-program-suzanne-young
The program di Suzanne Young

La mia recensione

Ci sono libri che ti distruggono dentro e ti lasciano senza fiato… Ecco, The Program è letteralmente uno di questi: è un libro che lentamente si prende piccoli pezzi di te. La sensazione che ho provato io mentre leggevo è stata come se soffocassi, come se mi mancasse il respiro tanto da non riuscire a muovermi. Le mie emozioni erano le emozioni di Sloane, la protagonista, e ho realmente sofferto per lei e con lei, mi sono sentita impotente e incapace di evadere da quella situazione e penso proprio che è ciò che voleva trasmettere la scrittrice.

Ho adorato dalla prima all’ultima parola questo meraviglioso libro e riproverei tutte le emozioni che ho provato dall’inizio alla fine. The program non è un libro come gli altri, quindi se state pensando di leggerlo (cosa che vi consiglio assolutamente) preparatevi e tenetevi pronti a tutto, anche all’inimmaginabile!

Mondo-distopico-libro-the-program-suzanne-young-libro-distopico

Siamo in un futuro distopico, dove il governo ha un serio problema da risolvere. In tutto il mondo sempre più ragazzi decidono di togliersi la vita e il tasso di suicidi tra gli adolescenti aumenta in modo esponenziale. Sloane, una ragazza adolescente, sa bene come comportarsi per evitare il peggio, per evitare di diventare prigioniera di quella tremenda situazione.

Sloane farebbe qualsiasi sforzo e sacrificio piuttosto che finire nel Programma, la soluzione del governo, un programma in grado di curare la depressione nei ragazzi ed evitare così tutti quei suicidi.  Sloane è disposta a mascherare ogni sua emozione: la tristezza, la rabbia, il risentimento… Fa di tutto per passare inosservata per non diventare un bersaglio del programma.

Ogni tanto puoi anche farlo, sai? Non ti si rompe la faccia se sorridi.

Ogni minimo segno di debolezza potrebbe costarle la vita, perché il programma ti cura in un modo che Sloane non accetta: ogni ricordo legato a eventi negativi e traumatici viene cancellato creando una nuova versione di te pulita, felice, senza tristezza e dolore, ma privandoti anche della persona che ora sei grazie a quei ricordi. Questo è il modo in cui il Programma agisce, e una volta terminato il processo della cancellazione della memoria ritorni a casa, come se nulla di brutto fosse successo.

Ma Sloane non può permettersi di finire lì dentro, non ora che ha perso il suo unico fratello e non vuole assolutamente dimenticarsi di lui. I ricordi sono l’unica cosa vera che le rimangono di lui.

Non mi capacito di come facciano a non capire. Forse è perché gli adulti preferiscono dimenticare i problemi, convinti che sia meglio non pensarci. Il Programma ci strappa via i ricordi, resetta le emozioni, ci riporta intatti, immemori di aver sofferto. Ma chi siamo senza il nostro passato?

Sloane
protagonista-sloane-libro-the-program-libro-distopico

Ho amato questo personaggio, ciò che pensa e ciò che fa è così giusto e coraggioso. è una ragazza fragile e insicura per il suo passato, ma forte e determinata per come affronta il presente. Sloane è una vera combattente e ciò che le dà la forza di combattere è il suo ragazzo James. James è davvero adorabile e non l’ha mai abbandonata, è sempre stato vicino a lei nei momenti difficili e le ha dato la forza di credere, di sperare in un qualcosa di migliore.

Ma qualcosa di terribile accade a James… nonostante tutti gli sforzi di Sloane per tirarlo fuori dal baratro, ormai è nel mirino del Programma e prima o poi non può più sfuggirgli e inevitabilmente anche Sloane è coinvolta

Preparate il vostro cuore, perché dovrete affrontare l’amore, la sofferenza e la rabbia dei nostri protagonisti. Non riesco a trasmettere quanto mi ha commosso la storia di Sloane e James, il modo in cui è stata raccontata e il modo in cui voi la conoscerete: unirete piano piano pezzo dopo pezzo formando un bellissimo puzzle. Ma se tutti questi pezzi venissero distrutti, c’è qualcosa più forte dei ricordi, del passato e della memoria? A voi il piacere di scoprirlo…

La storia è raccontata con gli occhi di Sloane e sono sicura che come me vi farete prendere totalmente dal suo stato d’animo. La scrittrice è stata bravissima nel farti immedesimare nel racconto, come se fossi tu a viverlo. Ed è stata altrettanto eccellente usando una scrittura naturale e fluida che ti porta in poco tempo alla fine del libro, nonostante i temi che solleva siano di una certa intensità.

Questo libro mi ha fatto infuriare, mi ha fatto piangere, ma mi ha fatto anche gioire perché mi ha dato tanto. È stato un tripudio di forti emozioni e ho riservato un pezzo del mio cuore a questa saga fantastica.


La mia valutazione

La melodia di questo libro è:

5-note-sistema-di-valutazione-blog-il-suono-delle-parole
5 note

Un libro che ti strappa il cuore, intenso e toccante fino all’ultima pagina

Ti è piaciuta la mia recensione? Allora condividi questo articolo o fammi sapere la tua opinione nei commenti

No Comments

    Leave a Reply